by

CinematograFica è una delle realtà organizzatrici dell’Estate Queer a Lumen.

MIND THE GENDER GAP!
CinematograFica, all’interno dell’Estate Queer di Lumen, promuove la sensibilizzazione sull’equità di genere tramite il cinema. Da giugno a settembre ogni giovedì un luogo safe in cui trascorrere le serate estive tra musica, performance, talk e incontri.
Durante la settimana della Queer Week (11-16 giugno) CinematograFica organizza due serate talk + proiezione per affrontare tematiche queer e transfemmiste nel mese del Pride. A settembre CinematograFica curerà la programmazione filmica del Festival “La fine della fine del mondo” (12-19 settembre), festival teatrale per le nuove generazioni progettato dalla compagnia inQuanto teatro.
Oltre a queste altre attività ed eventi COMING SOON!
L’Estate Queer in pillole:

25+ eventi
3 festival (Queer Week 11/16 Giugno – Ultracopri 25 Luglio, 1 e 8 Agosto – La fine della fine del mondo 12/19 Settembre)
10+ Realtà Fiorentine LGBTQIA+ e/o transfemministe
20+ tra artist* e performer

____________________________________________________________________________

Il programma degli eventi della Queer Week

Martedì 11 e Mercoledì 12 giugno, CinematograFica torna nella #QueerWeek di Lumen con due proiezioni che riscrivono le vite, le storie e le individualità delle persone queer. “Kokomo city” ci catapulta senza segreti e inibizioni nel mondo di quattro donne trans nere che navigano nell’industria del lavoro sessuale ad Atlanta e New York City. “Queerama” usa gli archivi, anche cinematografici, per rileggere la storia e costruire una genealogia queer del XX secolo, guidandoci nelle relazioni, nei desideri, nelle paure e nelle espressioni degli uomini e delle donne gay.

Prima delle proiezioni dialogheremo con delle ospiti: martedì 11 Nicoletta Zocco, coordinatrice Unità di Strada “Vivian Love” della Cooperativa Sociale CAT ci aiuterà a capire dinamiche e delle sex worker in Toscana; con Giada Bonu Rosenkrantz di DWF, mercoledì 12 ricostruiremo una storia del lesbismo e della narrazione sul lesbismo in Italia negli ultimi quarant’anni.

 

Martedì 11 Giugno

ore 20:30 – TALK – “Sex work is work” – CinematograFica in dialogo con Nicoletta Zocco, coordinatrice Unità di Strada “Vivian Love” della Cooperativa Sociale CAT
ore 21:30 PROIEZIONE: “Kokomo City” di D.Smith (USA, 2023 – 73′ – VO con sub ita)

Daniella Carter, Koko Da Doll, Liyah Mitchell e Dominique Silver sono quattro donne trans nere che navigano nell’industria del lavoro sessuale ad Atlanta e New York City. Raccontano storie di resilienza, sopravvivenza e identità, sfidando gli stereotipi e rivelando la dura realtà del loro mondo.

La città di Kokomo non è un posto reale, è più uno stato d’animo, inventato dalla regista D. Smith, nera e trans, per descrivere lo spazio che le sue sorelle occupano nel mondo.

D. Smith è una produttrice musicale, cantante e cantautrice nominata ai Grammy. Il suo film d’esordio, KOKOMO CITY, nasce come necessità di rappresentazione dopo il suo personale percorso di vita che e la sua esperienza di transizione.

 

Mercoledì 12 Giugno

ore 20:30 – TALK – “LESBICHE-3 AMARE”CinematograFica in dialogo con Giada Bonu Rosenkrantz della rivista DonnaWomenFemme

ore 21:30 PROIEZIONE: “Queerama – a century of gays rights and desires on film”Daisy Asquith (UK 2017, 70′ – VO con sub ita)

Queerama è un film creato dal tesoro dell’archivio BFI. La storia attraversa un secolo di esperienze gay, abbracciando persecuzioni e procedimenti giudiziari, ingiustizie, amore e desiderio, identità, segreti, incontri proibiti, liberazione sessuale e orgoglio. La colonna sonora intreccia i testi e la musica di John Grant e Hercules & Love Affair con le immagini e ci guida intimamente nelle relazioni, nei desideri, nelle paure e nelle espressioni degli uomini e delle donne gay nel 20° secolo, un secolo di incredibili cambiamenti.

A partire dalla prima relazione gay nel film uscito nel 1919, “Different From the Others”, Queerama offre una ricchezza di cinegiornali sconosciuti e film amatoriali degli anni ’20 e ’30, i riferimenti subtestuali nel cinema degli anni ’40, gli arresti e i processi di uomini gay per ‘ grave indecenza” negli anni ’50, le prime marce per i diritti dei gay e la depenalizzazione degli anni ’60 e ’70, le campagne per la parità di età del consenso e contro la sezione 28, il movimento Pride e la crisi dell’AIDS negli anni ’80 e ’90, la liberazione sessuale dei La scena queer e transgender degli anni 2000 e la campagna chemsex, genitorialità gay e matrimonio degli ultimi anni.

Il team dietro Queerama comprende la pluripremiata documentarista Daisy Asquith (After the Dance, Greatest Motherf**ker), la produttrice Catryn Ramasut (Separado! e American Interior), i montatori Kenny McCracken e Alan Mackay (How to Change the World), i registi Mike Nicholls (Dal karma alla calamità) e Campbell X (Vita da studente, Different for Girls).

 

 

 

Gli eventi sono realizzati nell’ambito di “Estate Fiorentina 2024 – iniziativa proposta nel Piano Operativo della Città di Firenze”

 

Comments are closed.

Close Search Window